Consiglio direttivo

Home / La scuola / Consiglio direttivo
Il Consiglio direttivo della Charity La Scuola Italiana a Londra è composto da individui che credono fermamente nell’importanza di coltivare e diffondere la lingua e la cultura italiane, anche presso coloro che sono di diversa madrelingua ma ne apprezzano il valore.

La nostra ferma convinzione è quella che in una società sviluppata, il diritto ad una buona formazione scolastica sia fondamentale. Crediamo inoltre che la Gran Bretagna sia un paese accogliente e generoso verso i propri ospiti e che questi ospiti abbiano pertanto il dovere non solo di apprenderne la lingua ma anche di approfondire la conoscenza di una cultura tanto complessa e affascinante. Per questo motivo abbiamo deciso di aprire una scuola che non sia solo bilingue ma anche bicurriculare.

 

Il Consiglio direttivo gestisce la scuola dal punto di vista finanziario mentre i due Presidi Ines Saltalamacchia e Ben Mearhart si occupano in maniera egregia della gestione quotidiana della scuola. Vi è poi un Consiglio di Patrons (mecenati) che, grazie alla loro posizione, assistono il consiglio direttivo con le operazioni di fundraising fornendo contatti e idee nuovi.

I nostri Patrons

H. E. the Italian Ambassador
Lady Carla Powell
Maria Carmela Viscountess Hambleden
Martina Mazzotta
Benito Fiore

 

Il Consiglio direttivo

Il Consiglio della Charity La scuola italiana a Londra è costituito da professionisti con esperienze in campo legale, dell’educazione e della finanza che donano gratuitamente il loro tempo e la loro esperienza alla scuola.

Alberto è coinvolto nel progetto dal Novembre 2005 e si occupa soprattutto della parte di pianificazione finanziaria. Laureato in Economia Aziendale all’Università Bocconi di Milano, ha frequentato un corso post-laurea in Gestione di Aziende Globali all’American School of Management in Phoenix, Arizona. Nel 2004 ha completato con successo il programma Nonprofit Leadership all’Università di Harvard, creato specificamente per Trustees. Alberto ha lavorato 13 anni come Managing Director a Goldman Sachs, con la carica di responsabile globale Fixed Income Operations. Piu’ recentemente e’ stato Managing Director e membro del Comitato Esecutivo di LCH.Clearnet. Dal 2003 al 2007 è stato membro del Board of Trustees della Scuola d’Italia Guglielmo Marconi di New York.

Silvia lavora al progetto da Novembre 2005 e si occupa della definizione dei piani didattici e della selezione degli insegnanti. Laureata in Materie Letterarie presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha studiato e pubblicato ricerche sui sistemi educativi in Europa. Ha conseguito un Master in Gestione della Formazione e delle Risorse Umane e un Master in Teoria del Gioco e Pensiero Strategico presso la London School of Economics. Silvia collabora con la Facoltà di Scienze della Formazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e lavora con due società di consulenza nell’area gestione risorse umane. In Italia è stata anche responsabile della formazione presso la Kraft.

Ada è entrata nel Consiglio Direttivo nel 2019 e si occupa principalmente della pianificazione finanziaria della Charity. Alla fine degli anni ’90 è entrata nel dipartimento di investment banking presso BZW / Barclays Capital per poi spostarsi a WestLB AG nella divisione di finanza strutturata, lavorando per 14 anni principalmente nei team dedicati all’origination di finanziamenti nel settore delle telecomunicazioni e di acquisition finance. Nel suo percorso presso WestLB ha assunto anche il ruolo di country manager per l’Africa Sub-Sahariana. Dal 2014 Ada lavora come Senior Investment Director in infrastructure debt presso Edmond de Rothschild Asset Management (UK), dove è responsabile del settore delle telecomunicazioni.

Ada ha ottenuto un diploma IB dallo United World College of South East Asia (Singapore). Si è laureata in Economia e ha conseguito un master in Economia dello Sviluppo presso la School of Oriental and African Studies, London University. Ada ha anche ottenuto la qualifica di CFA Charterholder.

Christian si è unito al Consiglio di Amministrazione a partire dall’ottobre 2017, con un ruolo di supporto alle iniziative di comunicazione e marketing della charity. Con quasi 20 anni di esperienza in digital marketing, ha gestito dipartimenti di digital marketing in grandi multinazionali. Ha due titoli di laurea: uno in Management Internazionale e Gestione del Business, ottenuto presso la Copenhagen Business School; l’altro in Scienze della Comunicazione d’Impresa, ottenuto presso l’Università degli Studi di Trieste. Christian ha 2 figli trilingue, di cui uno ha frequentato La Scuola Italiana a Londra.

Ernestina fa parte del progetto dal Gennaio 2006 con il ruolo principale di coordinamento del bilinguismo all’interno del curricolo. Laureata in Lingue Moderne all’Università di Cagliari e Master in Applied Linguistics al Birkbeck College, University of London, Ernestina insegna lingua italiana in Gran Bretagna da circa trent’anni tra Oxford e Londra. Attualmente insegna al Lycée Français ” Charles de Gaulle” di Londra e si occupa di formazione per insegnanti  in collaborazione  con l’Istituto Italiano di Cultura ed altre organizzazioni. È membro attivo della ALL (Association for Language Learning) e ECIS  (European Council of International Schools). Nel 2004 ha vinto The European Language Award e un riconoscimento dell’Ambasciata Italiana per aver creato un modello di insegnamento delle lingue attraverso il movimento e la danza. Sempre nello stesso anno è stata insignita come Cavaliere all’Ordine del Merito della Repubblica Italiana (OMRI). Nel 2005 ha ricevuto un premio dalla Università di Chicago, Best Teaching Award, per l’alta qualità del suo insegnamento. Ernestina collabora con Cambridge Examinations board come Moderator per gli esami nazionali d’italiano in UK e continua a promuovere la lingua e cultura italiana in Uk organizzando spettacoli ed incontri di alto livello.

Fondatrice del progetto La Scuola Italiana a Londra, Francesca ha dedicato per anni parte del suo tempo libero a cercare di aprire una scuola italiana a Londra. Finalmente nel 2004, è entrata in contatto con l’associazione “Italians of London”. Insieme a loro e ad Emanuela Federspil fu creata la commissione “una scuola per gli Italians” e con Emanuela riunirono il gruppo di volontari impegnato nel progetto. Francesca è stata il presidente del Consiglio di Amministrazione de La Scuola Italiana a Londra fino all’agosto 2017. Francesca è PR e consulente marketing. Laureata in Filosofia e Lingue Moderne alla Oxford Univeristy, ha cominciato la sua carriera in una casa editrice anglo-italiana a Londra, per poi specializzarsi nella produzione di eventi promozionali per il gruppo SMH-Swatch. A Londra ha sviluppato vari progetti tra cui il lancio di una rivista di promozione del territorio e della cultura italiani, l’apertura di una galleria fotografica per Getty Images, la promozione dell’Arena di Verona e varie consulenze editoriali e di marketing. Il 10 marzo 2016 l’Ambasciatore d’Italia Pasquale Terracciano ha consegnato a Francesca la decorazione di Cavaliere dell’ordine della Stella d’Italia per speciali meriti nella promozione dell’educazione e della cultura italiana nel Regno Unito.

Serena è una dei nostri insegnanti di scuola primaria ed è la rappresentante degli insegnanti all’interno del nostro consiglio di amministrazione. Serena ha una laurea in Scienze dell’Educazione Primaria e una in Letteratura Moderna. Serena ha lavorato per diversi anni come insegnante di scuola primaria e come insegnante di sostegno in Italia e, da quando si è trasferita a Londra nel 2013, come insegnante di Italiano e cultura Italiana per il Dipartimento di Educazione del Consolato Italiano in Londra.

Domenic è coinvolto nel progetto dal 2010 come consulente per gli aspetti legale e di fundraising. Domenic ha studiato al St George’s College Weybridge, Surrey e alla Cambridge University. Dopo diversi anni in vari studi legali in Londra Domenic è ora socio della Pini Franco LLP. Domenic è stato Chairman della British Italian Law Association dal 1984 al 1996 e presidente del City of London Rotary Club. Ora è presidente del Mazzini Garibaldi Club Limited e membro del Business Club Italia oltre che Freeman del City of London e membro del Parish Group of the Church of Our Lady Lisson Grove di Londra.

Michaela si è unita al team Scuola Italiana nel 2014. Dopo essersi laureata in Lingue Moderne ha proseguito la sua carriera professionale nel campo dell’ Educazione Internazionale in Europa e negli Stati Uniti. Ha cominciato la sua carriera come insegnante e ha poi proseguito lavorando per diversi anni nel campo del marketing, editoria e risorse umane per Interstudy Inc e per EF.  Recentemente si è dedicata al volontariato e la raccolta fondi per una serie di  cause locali importanti. Attraverso la English Speaking Union Michaela ha aiutato con il programma EAL  una scuola elementare di North Kensington, è vice preside della Second Half Foundation e fa parte del comitato di Action Against Cancer, un ente benefico a sostegno della ricerca presso Imperial College a Londra.

Ha lavorato al progetto della Scuola Italiana a Londra, dall momento del suo concepimento, essendo stata prima una dei Trustee fondatori della Charity e poi preside dall’apertura della scuola fino a Dicembre 2015. Nata a Piacenza è arrivata in Gran Bretagna all’età di 4 anni ed è stata educata in Gran Bretagna e Svizzera. Ha lavorato come interprete fino alla nascita delle sue due figlie, quindi si è laureata in Education alla London University. Ha insegnato al Pembridge Hall School for Girls per 23 anni, di cui 9 anni come preside durante i quali la scuola è rimasta sempre tra le prime tre migliori primary school di tutta Londra. Attualmente è membro del Comitato Direttivo della Queen’s Gate School, della Hurlingham School e della Notting Hill Preparatory School per la quale ha lavorato attivamente alla fondazione.

Il Comitato esprime tutta la sua gratitudine ad Emanuela Federspil Bernstorf, primo amministratore delegato della Scuola, per il suo enorme contributo alla nascita del progetto e all’apertura della scuola e per il suo continuo supporto dopo aver lasciato la scuola a causa di nuovi impegni di lavoro e di famiglia.